La linea è uno spazio dedicato interamente all'incisione artistica, le sue tre sale espositive  vedono come protagonista la grafica d'arte nelle sue esposizioni e il suo laboratorio si dedica al lavoro dell'arte incisoria proponendosi anche come laboratorio atossico.

 

 

 

Il segno e lo spazio

Salvatore Giunta

 

Il segno e lo spazio

 

a cura di Francesca Tuscano

 

venerdì 2 marzo - mercoledì 28 marzo

 

Inaugurazione venerdì 2 marzo 2018 alle ore 18:00. 

 

Il 2 marzo alle 18 presso l’associazione culturale “La linea arte contemporanea” si inaugura la personale di Salvatore Giunta “Il segno e lo spazio”, a cura di Francesca Tuscano. Principalmente scultore, ma attivo anche nel campo della pittura e della grafica, nelle sue incisioni Giunta fa particolare riferimento alla stampa a secco, tecnica che gli permette di stabilire con la sua produzione plastica una continuità quasi speculare: l’idea di spazio offerta dalla scelta “minimalista” della scultura a muro, trova infatti negli incavi e nei plastici rilievi della calcografia un possibile contraltare capace di mantener vivo il dialogo con la tridimensionalità, ottenuta mediante la sola pressione del torchio. Accanto alle recenti cartelle del 2017 e del 2018 e ad alcune acqueforti del 2008 e del 2009, la presenza in mostra di due sculture polimateriche e di quattro piccoli dipinti documenta la sostanziale coerenza linguistica del lavoro dell’artista romano. In occasione della personale il Punto Einaudi Merulana (Largo Sant’Alfonso, 3) espone inoltre l’opera “KròMos”, libro d’artista in cui s’intrecciano, come il titolo suggerisce, riflessioni legate al tempo-spazio e alle sue possibili declinazioni “cromatiche”. La mostra è visitabile fino al 28 marzo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Segni vaganti, 2017 calcografia stampata a mano nel laboratorio della linea___artecontemporanea